Mc4 Software. Tecnica e formazione.
 
home| contatti| annullare l'iscrizione|
                  
Guarda il filmato »
PipeCad: disegno dei circuiti secondari
In questo numero riprendiamo il progetto della centrale termica realizzato in precedenza (num. 04.2005) per realizzare il progetto dei circuiti secondari.
Partiamo dal collettore di ritorno: colleghiamo ad un'uscita del collettore una valvola d'intercettazione dello stesso tipo già inserito in progetto; partiamo poi con un tratto di tubazione di ritorno verso l'alto e poi in orizzontale.





A questo punto inseriamo la pompa di mandata al primo circuito secondario: la pompa a basamento viene posizionata nei pressi del collettore di ritorno, prendendo come riferimento il tubo già disegnato per avere l'allineamento con esso.





La pompa ha organi in movimento quindi, per evitare la trasmissione di vibrazioni alla tubazione che arriva dal collettore, è necessaria l'interposizione di un giunto antivibrante.
Per evitare inversioni di flusso si inserisce inoltre una valvola di ritegno a disco.





Per allineare il gruppo pompa-giunto antivibrante-valvola di ritegno al tratto di tubo orizzontale, si utilizza il comando "sposta" abbinato al filtro coordinate. Non resta ora che collegare fra loro il tubo ed il giunto.





Alla mandata della pompa viene ora collegato un altro giunto antivibrante corredato da valvola d'intercettazione.
A valle, prima del primo tratto di tubo che collegherà la restante parte di circuito, si inserisce un filtro a y e una coppia di valvole di intercettazione.









Passiamo ora al disegno del circuito di mandata.
Dal collettore parte un tratto di tubo verticale che arriva ad una valvola miscelatrice a tre vie. La funzione di questa valvola è appunto quella di miscelare l'acqua calda della mandata con una certa quantità di fluido di ritorno più freddo, per avere acqua alla temperatura desiderata.

Si ha quindi una valvola con due ingressi ed una uscita (fluido miscelato); nell'archivio valvole miscelatrici sarà quindi necessario scegliere questa tipologia di valvola.
Il circuito, dopo la miscelazione, giunge ad un barilotto di mandata, proseguirà parallelo al circuito di ritorno ad una quota maggiore e andrà a servire il resto dell'impianto.







Una volta realizzato un circuito secondario, non resta che copiarlo su tutte le uscite del collettore.
Utilizzando il comando "copia", selezionato ciò che si vuol copiare, premere "invio" e digitare "m" per avere la possibilità di realizzare una copia multipla del circuito.

Il risultato finale del progetto è il seguente:







Guarda il filmato »


 
© Copyright 1983-2005 Mc4 Software, all right reserved.