Mc4 Software. Tecnica e formazione.
 
home| contatti| annullare l'iscrizione| privacy|
                  
Guarda il filmato »
FireCad 2004: Rete antincendio a Sprinkler
Questo numero è il primo di una serie di tre news che hanno l'intento di spiegare la procedura di disegno e di calcolo di un impianto antincendio con terminali sprinkler.

Oggi in particolare si vuole mettere in risalto l'estrema facilità di disposizione dell'impianto con due semplici click.

Una volta che sia stato disegnato l'ambiente nel quale si vuole realizzare la copertura sprinkler e che si siano creati il compartimento ed il progetto di tubazioni antincendio, non resta altro da fare che selezionare il comando di disposizione degli sprinkler cliccando sull'icona oppure selezionando mc4 suite - FireCad - Disponi sprinkler.

Il programma chiede di selezionare un punto all'interno del compartimento nel quale si desidera disegnare gli sprinkler e successivamente di selezionare un muro perimetrale del compartimento stesso.





Quando si lancia il comando, a seconda del lato selezionato e di ciò che è stato scritto alla voce "Direzione" nella barra laterale del programma (vedi zona cerchiata nella figura seguente), gli sprinkler verranno disposti in orizzontale o in verticale.





Dopo quest'operazione il programma fornisce il seguente risultato:





Nel nostro esempio rappresentato, in giallo sono evidenziate le aree specifiche di ogni sprinkler. Esse possono essere accese o spente sempre da barra laterale.

Si devono ora collegare le tubazioni che il programma ha disposto con una tubazione collettore la quale sarà collegata alla centrale di pompaggio.
La modalità di disegno di questa tubazione (di colore rosso nell'immagine seguente) è analoga al disegno di tubi per reti termiche. Si noti la presenza di diversi anelli nel circuito disegnato.





È data la possibilità di creare le classi diametro per il dimensionamento della rete collettore: la tubazione sarà così dimensionata in modo da essere un anello a diametro costante ed uguale al maggiore diametro che occorre per garantire la portata di fluido necessaria agli sprinkler.
Nel nostro esempio la tubazione collettore appartiene ad una classe diametro che va da DN100 a DN200.

L'impianto sprinkler deve ancora essere disegnato al piano superiore della zona dell'edificio considerata.
La prima possibilità è ripetere il comando di disposizione degli sprinkler nell'ambiente al piano secondo ed il disegno della tubazione collettore. La seconda strada è invece copiare tutto l'impianto e portarlo 3,1 metri al di sopra del precedente selezionando e spostando la copia degli elementi in una vista laterale. In questo modo non sarà necessario ridisegnare la tubazione collettore.

Si procede al collegamento dei due circuiti tra di loro e si disegna un ulteriore tratto di tubazione simulando l'attacco alla centrale di pompaggio.





Disegnato l'impianto non resta allora che calcolare la rete: per lanciare i calcoli utilizziamo l'icona oppure si seleziona mc4 suite - FireCad - Calcolo, si seleziona l'origine del circuito e comparirà la seguente finestra:





Si ha la possibilità di scegliere la velocità media del fluido nelle tubazioni che determinerà le perdite nella rete e quale percentuale di portata considerare passante nei tronchi del collettore, in modo da dimensionarlo in modo opportuno (vedi zona cerchiata nella figura precedente).
Scegliendo come nel nostro caso 100 si vuole considerare ogni ramo con la massima portata, in modo da cautelarsi nel caso di ostruzioni di un lato del collettore per avaria o per semplice manutenzione. In questo caso, infatti, tutta la portata si troverebbe a transitare da un lato solo del collettore e se non si fosse effettuato questo tipo di scelta il collettore sarebbe stato dimensionato con diametri che in una situazione del genere potrebbero risultare insufficienti, la rete potrebbe entrare in crisi perché si potrebbe trovare nella situazione di non garantire portata d'acqua sufficiente a causa delle maggiori perdite.

Il primo tipo di calcolo che si realizza è un dimensionamento vincolato delle tubazioni: si seleziona allora la prima voce dall'elenco presente nella finestra qui sopra e si lanciano i calcoli. Le tubazioni verranno dimensionate seguendo i criteri della classe diametri per quanto riguarda il collettore. La condizione di calcolo successiva è la determinazione dell'area favorevole e sfavorevole: dopo il calcolo comparirà un cerchio di colore blu attorno ai terminali appartenenti all'area favorita e un cerchio di colore rosso attorno a quelli dell'area sfavorita.
L'ultimo calcolo che trattiamo oggi è il calcolo dell'alimentazione: il programma fornisce le curve dell'impianto per l'area favorita e per l'area sfavorita.
A questo punto saranno anche noti i versi dell'acqua in ogni tratto delle tubazioni.






Guarda il filmato »


 
© Copyright 1983-2005 Mc4 Software, all right reserved.