Mc4 Software. Tecnica e formazione.
 
home| contatti| annullare l'iscrizione| privacy|
Logo HvacCad 2005                   
Guarda il filmato »
Mc4 suite 2005 - Disegno Fabbricato: Fattore di scala, disegnare muro esterno e disegnare divisorio
Per disegnare le pareti il programma ha a disposizione tre comandi fondamentali:


  • 1. Disegna muro: attivabile da menu Mc4 suite - Muro, da barra degli strumenti e da riga di comando (_dwall).
    Questo comando si utilizza come il comando Linea di AutoCAD, quindi quando lo si esegue occorre indicare i punti di inizio e fine della parete (con il mouse/snap/osnap o da riga di comando).
    Selezionare dalla finestra laterale il tipo di parete (dall'archivio strutture) ed il piano di appartenenza (piano corrente).


  • 2. Trasforma linea in parete esterna: attivabile da menu Mc4 suite - Trasforma linea in parete esterna, da barra degli strumenti e da riga di comando.
    Si utilizza questo comando quando si vuole trasformare un oggetto Linea in una parete avente tipologia della parete selezionata nella finestra laterale.
    Si utilizza questo comando quando si ha già a disposizione un disegno inserito nel file come Xrif oppure facente parte del file stesso. Quando si esegue questo comando occorre che l'osnap Vicino sia attivo. Si esegue il comando e si clicca sulla linea che si intende trasformare.


  • 3. Trasforma linea in divisorio: attivabile o da menu Mc4 suite - Trasforma linea in divisorio, da barra degli strumenti e da riga di comando.
    Ovviamente anche questo comando è utilizzabile solo quando si ha un dwg di riferimento (o in generale un oggetto linea), e che l'osnap Vicino sia attivo.
    Cliccando sulla parete che si intende trasformare, il programma disegnerà una parete sfalsata rispetto alla linea selezionata di un valore pari alla metà dello spessore della parete selezionata dall'archivio.

    Per ogni parete è possibile specificare tre tipologie di strutture con relative esposizioni (utile quando si hanno piani seminterrati, con pareti che parte sono a contatto con terreno, e che quindi hanno una certa stratigrafia, e parte esterne, con stratigrafia diversa dalla prima).

    Per quanto riguarda l'altezza di tali pareti, se gli strati sono due occorre specificare soltanto l'altezza della parete principale (l'altra sarà il complemento all'altezza interna dell'ambiente), se sono tre si specificano soltanto le altezze delle prime due (principale e secondaria).

    Gli altri comandi utili all'esecuzione dell'input sono quelli tipici di AutoCAD, cioè: Copia (singola o multipla), Offset, Specchio, Serie, Allunga, Stira, Taglia, Raccorda.

Qualora si sia commesso un errore nell'input, o meglio nella proprietà degli oggetti disegnati, non occorre cancellare e ridisegnare l'oggetto stesso, ma attraverso i comandi editing delle proprietà è possibile effettuare le correzioni.

Tutti i dati caratteristici degli oggetti di HvacCad possono essere modificati da una maschera che ne mostra le proprietà, in modo da non costringere l'utente a cancellare e reinserire l'oggetto modificato.

Per accedere alle proprietà di un oggetto lo si seleziona e si richiama la maschera dei Dati Estesi dal menu contestuale che si apre cliccando sul tasto destro del mouse.

Il programma permette anche di modificare soltanto alcune proprietà di oggetti uguali; quindi l'utente può selezionare più oggetti simili (utilizzando anche il comando di selezione rapida messo a disposizione da AutoCAD) e cambiarne una sola proprietà (ad esempio si selezionano alcuni ambienti per cambiarne la zona impiantistica di appartenenza, oppure per indicare che sono ambienti sottotetto).


Guarda il filmato »


 
© Copyright 1983-2006 Mc4 Software, all right reserved.