Mc4 Software. Tecnica e formazione.
 
home| contatti| annullare l'iscrizione| privacy|
Logo PipeCad 2005                   
Guarda il filmato »
PipeCad 2005: Dimensionamento del collettore
Analizziamo come dimensionare un collettore (di centrale termica) con il programma PipeCad 2005.


Cliccando sull'icona si rende disponibile "l'archivio dei progetti di tubi" (nel caso in cui altri progetti di tubazioni non siano giÓ presenti).
Nella maschera che appare creiamo il progetto denominato "Centrale" e definendo il tipo di impianto come "Centrale termica". Fatto questo, indichiamo la centrale denominata "CT" come centrale di riferimento per il progetto in questione.





Dopo aver specificato il fluido di mandate e di ritorno, confermiamo con OK e accediamo all'"Archivio collettori".





Dall'archivio collettori, cliccando sul comando "Nuova" accediamo alla maschera di compilazione dei dati generali.





Dopo aver scelto il nome identificativo del collettore che si sta creando, Ŕ necessario specificare il tipo di collettore e la classe di diametri di riferimento.
Scelto come "Per centrali tecniche" come tipologia di collettore, si rende disponibile la finestra "Collettore per centrali termiche" che ci permette di definire i parametri che permettono la definizione del collettore.
Il diametro e la lunghezza del collettore, possono essere specificati dall'utente e fissati con il tick su "Fissato", oppure possono essere lascaiti calcolare dal programma in base alle dimensioni che saranno specificate per gli attacchi ed in base al loro distanziamento.
Indicato l'altezza del sostegno ed il numero di attacchi, specifichiamo in quale posizione si trovano gli attacchi principali e quelli secondari.
É: possibile ora dimensionare le uscite del collettore sfruttando la routine che, in base alla potenza e alla velocitÓ di flusso, restituisce il valore del diametro degli attacchi, come evidenziato in figura.





I diametri possono essere associati in modo semplice ad ogni uscita cliccando col tasto destro del mouse nel campo che si vuole estendere a tutte le uscite: comparirÓ la scritta "Applica valore a tutta la famiglia".
Dopo aver indicato il tipo di giunzione, completiamo la definizione del collettore specificando la distanza tra gli attacchi.
Per facilitare la comprensione dei dati da inserire, la bitmap presente nella parte bassa della finestra indica con chiarezza le dimensioni delle distanze da specificare.





Guarda il filmato »


 
© Copyright 1983-2006 Mc4 Software, all right reserved.