13 novembre 2006 | num. 45.2006
Disegnare un impianto termico. Guarda il filmato
Guarda il filmato »

L'argomento trattato in questo numero Ŕ il disegno di una rete idronica destinata alla climatizzazione degli ambienti.

Il primo passo consiste nella definizione del progetto tubi tramite il comando "Dati di progetto > Elenco reti di tubazioni". Si apre la maschera "Archivio dei progetti di tubi" e cliccando sul tasto "Nuovo progetto tubi" si ha la possibilitÓ di definire i parametri progettuali della rete idraulica.

L'unico campo obbligatorio Ŕ quello relativo al "Fluido vettore". Va detto che la scelta effettuata ha influenza solo sul calcolo delle perdite di carico.
Gli altri campi sono gia impostati con valori di default, per il loro significato si rimanda al manuale d'uso.

Una volta compilata questa maschera si passa alla definizione degli altri elementi caratteristici del circuito, ossia: il generatore, il tubo, il collettore ed i terminali.
Tramite il comando "mc4Suite > PipeCad > Generatori" si pu˛ scegliere il generatore da importare in progetto tra quelli in archivio, oppure crearne uno nuovo con le caratteristiche volute. Scelto il generatore si inserisce in ambiente scegliendo la giusta altezza da terra.

Gli altri elementi si scelgono richiamando le corrispondenti voci del men¨ "Archivio", come giÓ visto ogni men¨ pu˛ essere personalizzato, aggiungendo all'occorrenza l'elemento necessario.
Il collettore pu˛ essere inserito con il comando "mc4Suite > Tubazioni > Collettore" a 0,5 metri da terra.

Rimangono da inserire i terminali (radiatori e fan-coils), i quali verranno automaticamente dimensionati sulla potenza richiesta dall'ambiente.

È molto importante assicurarsi che i terminali siano stati correttamente posizionati all'interno di un ambiente, se cosý non fosse la lettura della potenza ambiente non potrebbe aver luogo. Sono due le verifiche che si possono effettuare per assicurarsi che il posizionamento sia stato effettuato in modo esatto:

  • 1. visualizzare in pianta se i terminali sono stati posizionati completamente all'interno di un ambiente, occorre evitare che vengano inseriti internamente alle pareti.
  • 2. passare alla vista di lato, ed assicurarsi che il terminale sia completamente inserito in aria. Pu˛ capitare in alcuni casi che vi siano ambienti che hanno una struttura del pavimento diverso da quello specificato nell'elenco piani, in particolare un pavimento con spessore maggiore. L'altezza da terra del terminale Ŕ riferita alla struttura specificata nell'elenco piani, se l'altezza da terra del terminale Ŕ tale da non superare l'intradosso del nuovo pavimento, allora il terminale non sarÓ inserito in ambiente.


Una volta inseriti tutti i terminali si passa al disegno delle tubazioni; occorre prima selezionare il tipo di tubo da utilizzare tramite il comando "Archivio > Tubazioni".

Ad ogni tubo, oltre il tipo di materiale, si pu˛ associare una "Classe Diametri" che riporta le dimensioni di tutti i tubi a disposizione per questo progetto.

Il disegno dei tubi avviene tramite il comando "mc4Suite > Tubazioni > Tubazione", una volta attivato il comando si disegnano i tubi proprio come si fa per una qualunque linea di AutoCad©.

Usando gli OSNAP di AutoCad© sarÓ abbastanza facile far partire il tubo di adduzione dall'uscita del generatore, cliccando poi con il tasto destro Ŕ possibile scegliere l'opzione "al Pavimento", da qui in poi sarÓ possibile muoversi sul pavimento disegnando con la vista in pianta fino a raggiungere il collettore.
In prossimitÓ del collettore Ŕ possibile collegarsi automaticamente ad esso, con il comando tubo ancora attivo si clicca sul tasto destro, si seleziona la voce "collega terminale ed Elimina spezzone", e si clicca sul terminale da collegare, in questo caso il collettore.

Qualora non ci si voglia avvalere della funzione di collegamento automatico risulterÓ immediato il disegno manuale sfruttando gli strumenti di AutoCad© come il PUNTAMENTO AD OGGETTO, ed i FILTRI COORDINATE.

Guarda il filmato »

Alla stessa maniera si disegna il tratto di tubazione che collega il collettore ai vari terminali.
Il ritorno alla caldaia pu˛ essere disegnato manualmente nella stessa maniera in cui Ŕ stata disegnata la mandata, oppure si pu˛ utilizzare il comando "mc4Suite > Riscaldamento idrico-sanitario > Ritorno simmetrico" per disegnarlo automaticamente.

 
© Copyright 1983-2006 mc4 software, tutti i diritti riservati. contattiannullare l'iscrizioneprivacy