16 Gennaio 2007 | num. 47.2007
Il disegno dei pannelli radianti Guarda il filmato
Guarda il filmato »

Il disegno dei pannelli radianti nella versione di programma 2006 è stato ulteriormente migliorato con l'aggiunta di nuove funzionalità per facilitarne l'utilizzo.
Nell'articolo di oggi si effettuerà il disegno di un pannello in un ambiente di forma particolare con un pilastro in mezzo all'ambiente stesso.

Procediamo alla realizzazione del piano:

Il comando non cambia rispetto alla versione 2005, è stata aggiornata la maschera.
Dopo aver cliccato su "Crea il piano" si accede alla seguente maschera dell'elenco piani, anch'essa modificata:

Con la consueta procedura si giunge alla realizzazione dell'input grafico delle pareti; vediamo ora, all'atto dell'inserimento degli ambienti, cosa cambia nella creazione della centrale termica:

Nella maschera della centrale termica si deve attribuire il pannello radiante che viene utilizzato andando ad attivare la finestra sopra cerchiata di rosso, se si entra nell'archivio delle ditte dei pannelli radianti si ottiene:

Si sceglie una ditta e la si porta in progetto:

Sulla centrale termica, una volta attribuita la ditta dei pannelli radianti, la maschera si modifica come di seguito:

Nella maschera si deve attribuire il tipo d'edificio (zona cerchiata in rosso) per scegliere le caratteristiche del pannello che si vuole utilizzare. I dati sottostanti vengono caricati automaticamente.
Le impostazioni relative ai pannelli radianti si estendono anche ai piani, in modo da controllare per piano il modello del pannello da utilizzarsi:

Da questa maschera si fornisce il "Sistema" che s'intende utilizzare (da intendersi come combinazione di pannello e tubo) ed il "Rivestimento" con cui effettuare i calcoli, rispettivamente indicati da un cerchio rosso e verde nella figura qui sopra.
Il "Sistema" viene descritto nella maschera qui di seguito:

Mentre il "Rivestimento" viene spiegato qui di seguito:

Si procede poi come solito con la realizzazione del progetto di tubazioni e con il posizionamento del collettore.
Il comando che viene utilizzato nella versione di programma 2006 per determinare la superficie pannellabile è "Estrai Ray Area" cioè .
Al lancio del comando si richiede di selezionare un ambiente (per avere la determinazione dell'area del pavimento), oppure un muro (per avere la determinazione dell'area della parete).
Nell'esempio si realizza l'estrazione del profilo del pavimento.

Determinata l'area essa va attribuita al collettore di competenza a cui saranno collegati i circuiti destinati a ricoprire la Ray Area.
Il comando è "Associazione Circuito-Collettore" l'icona per lanciarlo è .
Il programma traccia una linea che congiunge il collettore al circuito.

Operata l'associazione si può ora andare ad escludere la zona del pilastro che si trova all'interno dell'ambiente.
Il comando che serve a contornare un area determinata manualmente è "Disegna Lato Ray Area" attivabile tramite l'icona .
Si va allora a ricalcare il contorno del pilastro collegando poi il contorno interno a quello esterno come in figura:

La vera novità della versione 2006, che costituisce un miglioramento sostanziale rispetto alla vecchia versione, riguarda la modalità automatica di disegno delle serpentine.
Per ottenere un buon risultato, anche nel caso di pilastri all'interno dell'ambiente è sufficiente utilizzare il nuovo comando "LiveSerpentine", che si attiva tramite l'icona .
Il comando richiede di selezionare un lato di ingresso sul pannello determinato dalla Ray Area.
Non appena si seleziona il lato, muovendo il cursore si può vedere in anteprima (ecco perché "Live") il risultato della disposizione automatica dei circuiti che il programma propone e che viene cambiata qualora l'utente muova il cursore del mouse.

Qui sopra si può vedere cosa il programma visualizza come anteprima delle serpentine. L'anteprima, come detto, cambia a seconda del lato. Scelto il punto non resta che cliccare sul tasto sinistro del mouse per accettare l'anteprima, il risultato è il seguente:

Proseguendo con la stessa metodologia si effettua anche il disegno delle serpentine negli altri ambienti



Guarda il filmato »

 
© Copyright 1983-2006 mc4 software, tutti i diritti riservati. contattiannullare l'iscrizioneprivacy