19 Settembre 2007 | num. 55.2007
Impostazioni preliminari in HvacCad
Progetto rete di tubazioni per riscaldamento


Figura 1: maschera dell’Archivio dei progetti di tubi accessibile mediante il comando Dati di progetto\Elenco reti di tubazioni


La newsletter di oggi illustra le voci della sezione Opzioni del progetto della maschera Caratteristiche del progetto da impostare preliminarmente alla realizzazione di un progetto tubi per impianto di riscaldamento.

La voce Distanza tra mandata e ritorno [mm] permette di specificare la distanza tra le tubazioni di andata e ritorno; oltre all'inserimento del dato geometrico è possibile specificare l'opzione Fissa che imporrà al programma di rispettare in ogni caso la distanza imposta.

Alla voce Fluido vettore è possibile specificare il fluido ed in particolare la sua temperatura media; le varie opzioni disponibili sono visualizzabili mediante l'opzione Aggiungi in progetto del menù a tendina che permette di accedere all'Archivio Fluidi.

In generale occorre optare per una temperatura del fluido coerente con il tipo di impianto che si va a progettare; tipicamente per un impianto di riscaldamento, si opterà per acqua ad una temperatura di 60 - 65°C nel caso di impianto a radiatori, acqua ad una temperatura di 40 - 50°C per un impianto a pannelli radianti.

La temperatura specificata in questa sezione non è un parametro direttamente collegato alla temperatura media che, ad esempio, si deve indicare per i radiatori.
Essa infatti serve solo per indicare la densità e la viscosità del fluido alle diverse temperature ai fini del calcolo delle perdite di carico.

La voce Norma di riferimento per l'isolamento viene utilizzata ai fini del computo metrico; se si opta per "legge 10" il programma aggiungerà uno spessore in conformità a quanto previsto dalla predetta normativa; optando per "nessuno" l'isolante del tubo non verrà aggiunto al computo; nel menù Progetti correnti (fig.3), alla voce Posiz per computo isolamento, è possibile specificare una delle tre opzioni disponibili sempre ai fini del computo metrico.

Alla voce Temperatura sorgente è possibile inserire il valore della temperatura del tratto iniziale di una rete di tubazioni interrata, necessaria nel caso di centrale termica disposta all'esterno dell'edificio; il programma si comporta in maniera differente a seconda che l'opzione Fissa sia selezionata o meno:

  • qualora non si intenda fissare la temperatura sorgente, assegnata la temperatura del terminale, il programma calcola la temperatura che il fluido vettore deve possedere all'ingresso del tratto interrato per compensare le perdite che presumibilmente si verificheranno nel transito lungo il tratto interrato; se le dispersioni nell'ambiente esterno comportano un abbassamento della temperatura, il programma, al lancio del comando Calcoli\Tubazioni\Trasferimento del calore (fig.2), provvederà ad aggiornare il valore inserito al fine di compensare tale perdita (lo si potrà constatare ritornando all'Archivio dei progetti tubi)



Figura 2: ubicazione del comando Trasferimento del calore


  • qualora si applichi l’opzione Fissa, al lancio del comando Calcoli\Tubazioni\Trasferimento del calore (fig. 2), il programma non andrà in automatico ad aggiornare il campo di temperatura ma fornirà, eventualmente, un warning giallo ai terminali del circuito di riscaldamento; in tal caso l’utente dovrà provvedere ad innalzare il valore precedentemente inserito sino a quando non verranno più restituiti i warnings, indizio che le perdite vengono adeguatamente compensate.

A livello di input grafico, quando si procede all’inserimento delle tubazioni esterne rispetto all’edificio, nel menù Progetti correnti (fig.3), all’interno della sezione Interramento occorre andare a spuntare il campo Esterno all’edificio, e compilare i campi Profondità e Percentuale.



Figura 3: menù progetti correnti al lancio del comando mc4suite\Tubazioni\Tubazione (ubicazione della sezione Interramento)


Infine nell’Archivio Tubazioni (fig.4) occorre verificare che le tubazioni prescelte prevedano la presenza degli spessori per gli isolamenti: nella maschera che si apre con il comando Archivi\Tubazioni occorre individuare la voce Cls. Diam.: nel corrispondente menù a tendina, scegliendo la voce Aggiungi in progetto si consentirà l’apertura della maschera Archivio normativa (fig.5). Al suo interno, nella colonna D. tot. Con iso (mm) occorrerà specificare il valore totale del diametro comprensivo di isolamento.



Figura 4: maschera Archivio delle tubazioni accessibile mediante il comando Archivi\Tubazioni




Figura 5: maschera dell’Archivio normativa relativo ai diametri dei tubi



 
© Copyright 1983-2007 Mc4Software, tutti i diritti riservati. contattiannullare l'iscrizioneprivacy